Se c’è una cosa vera nel mondo dei genitori, è che non ci si sente mai preparati abbastanza.

Negli ultimi anni c’è una tendenza smisurata a cercare informazioni nei posti più disparati. I genitori si mettono a studiare su libri di pedagogia e puericultura, fagocitare video “come fare” su YouTube, chiedere e informarsi su forum e pagine Facebook.

Cavalca l’onda!

Ho imparato che in questo settore più racconti, più vinci, perciò se hai un’attività come una ludoteca o un asilo nido, racconta quello che fai, le attività che svolgi e il lavoro che c’è dietro.

Se sei una libreria oppure un negozio, poco importa se online o offline, racconta chi sei, come scegli i tuoi prodotti, racconta da dove tutto è partito.

Insomma: documenta il tuo lavoro!

Tempo fa la mamma di un compagno di mio figlio mi disse una frase che ancora oggi sento molto reale:

A causa del lavoro stiamo tantissimo tempo lontano dai nostri bimbi, è un peccato non sapere come passano il tempo lontano da noi.

L’impegno e la dedizione che impiegate nel vostro lavoro deve essere raccontata proprio per questo motivo, perché dietro ci sono genitori che hanno bisogno di sentirsi parte della vita dei loro bimbi anche se non possono essere fisicamente con loro.

Raccontare chi siete è un modo per dare dignità al vostro impegno.

Spesso, e questo accade in ogni ambito, l’impegno che si cela dietro a qualcosa non si conosce affatto.
Prendiamo l’esempio di questo articolo, il lavoro alle spalle è molto di più di quello che può sembrare.

Prima di sedermi alla mia scrivania e cominciare a scrivere, ho studiato, seguito corsi, parlato con persone, ascoltato opinioni, attinto dal mio bagaglio di esperienze.

Poi mi sono seduta ed ho stilato una scaletta di quello che avrei voluto affrontare e piano piano, punto dopo punto, ho cominciato a snocciolarlo.

Ecco quindi qualche piccolo consiglio pratico per valorizzare il vostro lavoro, qualunque esso sia:

  • Scattate fotografie – Le fotografie raccontano ma soprattutto documentano senza farvi perdere eccessivamente tempo. Non tutte le foto devono essere professionali, anzi! Alternare foto ben fatte a “scatti di vita vera” riporta ad una dimensione reale e più vicina alle persone la vostra attività.
  • Stabilite il vostro punto di forza – Indipendentemente da quello che fate è facile che esistano già realtà come voi, cosa vi distingue dagli altri? Una volta che lo avrete definito sarà molto più facile raccontarlo.
  • Cercate il rapporto diretto – I social sono un mondo meraviglioso e molto comodo per chi ha delle attività, tuttavia è bene non dimenticare che dietro ad un profilo social c’è una persona. Agganciatela e chiacchierate con lei, raccontatevi e lasciate che lei si racconti. Il contatto umano è il miglior biglietto da visita e il passaparola verrà naturale.
  • Investite sulla comunicazione – Non mi riferisco solo dal punto di vista economico, investire sulla comunicazione significa dare valore alla storia che avete da raccontare. Significa permettere alle persone di guardare con i vostri occhi e capire quanto utile e meravigliosa sia la vostra attività.

Vi siete appuntati tutto? Non dimenticate di sbirciare i vostri concorrenti che sono per voi fonte d’ispirazione e motivazione a fare sempre meglio!

Share: